Archivi categoria: Servizi Sociali

Undicesima Settimana d’Azione contro il Razzismo

SPOTORNO,

Accendi la mente, spegni i pregiudizi.

Spotorno, 16-22 marzo 2015

 

Il Comune di Spotorno aderisce alla XI Settimana d’azione contro il razzismo, campagna nazionale di sensibilizzazione contro ogni forma di razzismo e di xenofobia, organizzata dal 16 al 22 marzo dall’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR) del Dipartimento per le Pari Opportunità, in collaborazione con ANCI e MIUR.
La manifestazione avrà luogo in occasione della Giornata mondiale contro il razzismo che si celebra in tutto il mondo il 21 marzo, indetta dalle Nazioni Unite nel 1966 in ricordo del massacro di Sharpeville del 1960, l’episodio più sanguinoso dell’apartheid in Sudafrica.
Quel giorno 300 poliziotti bianchi uccisero 69 manifestanti neri che protestavano contro l’introduzione dell’Urban Areas Act, provvedimento che imponeva ai cittadini sudafricani neri di esibire uno speciale permesso se fermati nelle aree riservate ai bianchi. Il comportamento della polizia che sparò sui manifestanti, venne denunciato da una speciale commissione d’inchiesta, come eccessivo impiego della forza contro una folla disarmata, mentre l’operato del governo sudafricano venne ufficialmente condannato dalle Nazioni Unite.
L’obiettivo della Campagna di sensibilizzazione che ha come slogan “Accendi la mente, spegni i pregiudizi”è quello di creare occasioni e luoghi di dialogo interculturale, di informazione, di riflessione e di sensibilizzazione dei cittadini, favorendo il superamento degli stereotipi legati all’origine etnico- razziale.
In occasione di tale giornata le scuole di ogni ordine e grado dell’Istituto Comprensivo di Spotorno, nell’ambito della propria autonomia didattica ed organizzativa, effettuano un approfondimento dei temi legati all’immigrazione, all’integrazione e all’inclusione sociale, alla parità di trattamento e, più in generale, al principio di non discriminazione di cui all’articolo 3 della Costituzione Italiana.
Anche il Consiglio Comunale dei Ragazzi ha deliberato l’adesione all’iniziativa “Accendi la mente, spegni i pregiudizi”.

Comune_Spotorno_Arancione contro razzismo

L’Amministrazione inoltre ha evidenziato l’adesione con l’esposizione di un telo arancione sulla facciata principale del palazzo Comunale di via Aurelia 60, essendo appunto il colore arancione simbolo del rifiuto del concetto del razzismo.
Per l’Assessore Gian Luca Giudice – gruppo Spotorno 2.0 – “Spotorno da sempre è luogo di pace, una città antica dalle radici conficcate nella pietra ma protesa verso il mare, verso il futuro, verso l’incontro con altre culture e mentalità”.

Layout 1

NUOVO ISEE: REGOLE PIU’ SEVERE E MAGGIORE EQUITA’

 

APPROVATO IN CONSIGLIO COMUNALE

IL NUOVO ISEE: REGOLE PIU’ SEVERE E

MAGGIORE EQUITA’

Spotorno, 10 marzo 2015

L’Isee serve hai cittadini con redditi contenuti che vogliono accedere a servizi pubblici di varia natura, dal micronido, al campo solare estivo, all’integrazione delle rette per anziani in casa di riposo, ai buoni gas e acqua.

Lo scopo delle nuove regole – afferma l’assessore Gian Luca Giudice ai servizi sociali del Comune di Spotorno -, varate dal governo ed entrate in vigore il primo gennaio scorso, è quello di arginare gli abusi. Il nuovo Isee infatti consentirà di scattare una fotografia più precisa sulla situazione economica dei cittadini, permettendo allo stesso tempo di smascherare i “furbetti”, quelli che svuotavano il conto in banca il 30 dicembre per l’auto-dichiarazione di fine anno per poi rimpolparlo a inizio gennaio o quelli che “dimenticavano” di indicare entrate o proprietà nell’autocertificazione.

Queste omissioni non saranno più possibili perché tutti i dati fiscali e quelli relativi alle prestazioni previdenziali e assistenziali verranno compilati direttamente dall’Inps attingendo alle banche dati a disposizione. Conti correnti, fondi e titoli verranno controllati e scatteranno i controlli della Guardia di Finanza se si dovessero verificare difformità.

D’ora in poi l’Isee non sarà più solo un’autodichiarazione, ma terrà conto di informazioni tratte direttamente dalle banche dati dell’Agenzia delle entrate e dell’Inps. Quindi saranno ridefiniti i soggetti che potranno usufruire di prestazioni agevolate, mentre le diverse Amministrazioni dovranno modificare le soglie di accesso alle agevolazioni, con l’obiettivo di evitare gli abusi e destinare le risorse a chi ne ha effettivamente diritto e bisogno. Il Comune di Spotorno si è dato regole ben definite che consentono ai fruitori dei servizi la necessaria chiarezza e permetteranno l’avvio di un approfondito monitoraggio che consenta di ridisegnare le regole e le soglie economiche di accesso.”

__

Contributo affitti: un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà

Spotorno, 1 marzo 2015

Il Comune di Spotorno ha reintrodotto il piano di contributi dati alle famiglie a sostegno delle spese per l’affitto della propria abitazione.

Uno dei più seri temi che l’ufficio Servizi Sociali è chiamato ad affrontare ogni giorno – ha spiegato l’Assessore Gian Luca Giudice– è la reale difficoltà di molte famiglie di Spotorno di sostenere le spese per la propria abitazione.

Significa che queste famiglie, spesso con figli minori a carico, rischiano di non avere più una casa in cui vivere. Con questo bando abbiamo la possibilità di dare un aiuto concreto, non risolutivo ma comunque importante, specie in un periodo di instabilità economica come quello attuale.

Contributi-affitto

Nel 2014 il Comune di Spotorno ha stanziato € 20.000 per le famiglie in difficoltà a pagare il canone di locazione della casa dove vivono, al fine di rimborsare parte delle spese affittuarie sostenute nell’anno 2013.

I requisiti di accesso sono stati specificati nel bando pubblicato sul sito del Comune e per l’assegnazione del contributo e la formazione della graduatoria finale sono stati utilizzati i calcoli regionali dell’ISE-fsa, poi ridimensionati in percentuale in base ai fondi comunali.

Tra il 2 e il 30 Dicembre 2014 sono state presentate 37 domande, tutte con requisiti validi di ammissibilità.

A seguito dei calcoli effettuati successivamente, sono risultate non ammissibili 3 domande.

I fondi sono, pertanto, stati divisi tra 34 utenti. Il contributo massimo erogato a persona è di 728 €, il contributo minimo di 197 €.

La graduatoria finale non è stata pubblicata sul sito del Comune, ai beneficiari sono stati comunicati gli importi e le modalità di riscossione tramite comunicazione scritta a mezzo di raccomandata.

E’ nostra intenzione continuare nel 2015 il sostegno alla locazione, mettendo a bilancio maggiori risorse rispetto il 2014.”